mercoledì 26 marzo 2008

Affittasi crepuscoli

Qua di dei non se ne vedono.

"Perchè?"
"Mi piace l'idea."
"Non lo so, perchè."

Il blu, la riflessione, i pensieri, la calma, la tristezza.

Un'anima.

Forse ogni sera un po' diversa, ma sempre un crepuscolo.
E ogni sera il crepuscolo arriva, ed è li.
Poi te lo porti dentro, ti avvolge, ti definisce, ti da un profumo di sera e velluto misto a fiori.

Così belli, li senti, che li vorresti affittare.

Che bella cosa il crepuscolo.

4 commenti:

Petra ha detto...

Mi piace un sacco questo blog..!!
Magari non potrai dire la stessa cosa del mio...blog di un 26enne già esaurita e affogata nelle sue domande..che si continua a fare..motivo per cui si sente giustificata ad avere e mantenere un blog..ormai specchio di deliri e pensieri ricorrenti..bah..se ti va passa.eh..!!

.m. ha detto...

ma tu guarda...
mi dedico per qualche giorno alla vita che vorrei ed ecco che qui si scrivono delle piccole belle cose.
ma proprio belle.

che poi tic.
e tac.
sempre.

Chandra ha detto...

Sei riuscito a descrivere tante emozioni in pochissime parole. Stranamente le condivido..

Complimenti..basta chiudere gli occhi, silenzio intorno, pensieri che scorrono.. azzurra malinconia. Noi che cambiamo, il crepuscolo che torna e che ci trova, lì, silenziosi e diversi.
:)

Mi piacciono le tue parole :)

Vicio ha detto...

Uno pensa di lasciare i pensieri al caso, e il caso ti sorprende prima o poi.

Stavolta è stato prima.