lunedì 17 marzo 2008

La vita vista dal ponte milf

Un artista di strada senza fissa dimora, una coperta, qualche strumento mendicante e la musica da regalare.

Un uomo con una casa, mutuo, lavoro e passioni grandi e piccole di tutti i giorni che pettina bollette e sentimenti.

E vorrei solo sapere se ci vuole più coraggio a stare per strada o a vivere una vita normale.

4 commenti:

.m. ha detto...

dal mio piccolo, ti posso dire che:
dopo averle provate entrambe
(strada e vita normale)
ora provo la terza via.

che potrebbe essere felice.
ci sono solo ancora due o tre colpi.
assestamento, lo chiamo.

quando sei in strada ci vuole coraggio a tornare alla vita normale.
e quando ne vivi una normale ci vuole coraggio a considerarla tale.

ecco, dal mio piccolo.

Vicio ha detto...

Chapeau..

Dave ha detto...

E' una questione irrisolvibile. Ci stancheremmo, comunque, dell'una e dell'altra.

Chandra ha detto...

Non esiste la nostra strada... esiste la strada che stiamo percorrendo. Il coraggio sta nel trovare la forza di cambiarla, non appena ci rendiamo conto di aver imboccato quella sbagliata.

Da quale prospettiva vogliamo osservare la vita?