martedì 4 marzo 2008

ταφιον

E' strano. Succede sempre. Il giorno precedente il mio compleanno penso sempre al mare. Sugli scogli, solo, a guardare il mare. Ed ho quella senzazione strana, iniqua. Provoca dolore, ma è irresistibile. Le onde così ammaliatrici. Magnetiche.

...e domani son 28.

2 commenti:

Vicio ha detto...

Per la 28esima volta auguri.
Non mi terrorizza il tempo che passa, ma come ci si sente il giorno del compleanno. Assurdo...

.m. ha detto...

irresistibile lo strazio del tempo che passa:
arriva, un'onda?
e va.
dove?
verso i 29
30
31
. . .

e gli scogli a ricordarti che dove poggi i piedi spesso non c'è terreno stabile.
e quello, il tempo, monta un'altra marea.
che tu puoi esserci o no, il mare continua.
ma anche grazie a te che lo osservi, respirandolo.

il mio compleanno è passato per la 28esima volta, fra un carnevale e un po' di sabbia.

già:
irresistibile.

.m.